Devozione popolare

La fede cristiana rivestiva un ruolo fondamentale negli usi e costumi e nella vita quotidiana della popolazione tirolese alla fine del Settecento. L'ordinamento ecclesiastico di tipo centralistico della Baviera nell'età dei Lumi e l'abolizione dell'ordinamento incentrato su organi di rappresentanza cetuale nel 1808 ferirono il sentimento religioso della popolazione. Le feste contadine furono soppresse, le rogazioni e processioni vietate, l'abitudine di suonare le campane al termine della settimana lavorativa severamente punita. Lo scontro con i vescovi di Coira e di Trento si fece via via più feroce, tanto che il vescovo di Coira fu spedito in Svizzera e quello di Trento confinato a Reichenhall. Numerosi monasteri furono soppressi e i loro beni confiscati. Le politiche ecclesiastiche del governo bavarese furono uno dei motivi cruciali dell'insurrezione dei tirolesi.

Collaboratori progetto

  • Stadt Bozen

DATI

Dati di registro:

Data:
08.2009
Autore:
Michler, Andrea

Bibliografia

Articoli simili

Contenuti simili per argomento:

Persone

Arco, Karl, conte

Esponente di una famiglia nobiliare del Tirolo italiano. Dopo l'annessione del...

>> dettagli...

Località/Eventi

Dipartimento dell'Alto Adige

Dopo aver represso l'insurrezione tirolese del 1809, il 28 febbraio 1810...

>> dettagli...

Film

You need to upgrade your Flash Player
Install Flash Player

Enciclopedia

Altri articoli nell'enciclopedia

>> Home...