Jakob Sieberer, Wirt in Langkampfen, engster Vertrauter Daneys im November 1809

Jakob Sieberer, Wirt in Langkampfen, engster Vertrauter Daneys im November 1809
Gemälde

Sieberer, Jakob

(Landl 1766 - Trento 1814)

Figlio di un falegname residente nel giudizio distrettuale di Kufstein, Jakob Sieberer si distingue nel 1796 come sergente dei Cacciatori della compagnia degli Schützen di Kufstein durante la difesa del villaggio di Faedo contro i soldati francesi intenti ad avanzare. Nel 1809 è promosso maggiore degli Schützen tirolesi. L'11 settembre l'imperatore Francesco affida alla delegazione tirolese 3000 ducati e una medaglia d'oro, che Sieberer insieme ad altri consegnerà ad Andreas Hofer. Dopo la sconfitta subita sul Bergisel il 1° novembre 1809, è incaricato insieme a Joseph Daney di consegnare al viceré d'Italia l'atto di sottomissione. Dopo essersi dichiarato favorevole a porre termine alla resistenza, viene accusato di tradimento da Hofer. Il 2 febbraio 1810, su ordine di Hofer, viene arrestato dal comandante della fortezza di Kufstein e incarcerato. Dopo essere tornato in libertà, lascia il Tirolo per stabilirsi in un primo tempo in Austria Inferiore. Sieberer muore a Trento nel 1814, dopo aver preso parte col grado di maggiore alla campagna delle Valli Giudicarie.

Collaboratori progetto

  • Stadtmuseum Meran

DATI

Dati di registro:

Data:
08.2009
Autore:
Michler, Andrea

Articoli simili

Persone

Eisenstecken, Josef

Di umili origini, Eisenstecken si stabilisce a Gries presso Bolzano nel 1802 e...

>> dettagli...

Località/Eventi

Kaiserjäger (cacciatori imperiali)

Dopo la guerra della seconda coalizione (1798-1801/02), in occasione del...

>> dettagli...

Film

You need to upgrade your Flash Player
Install Flash Player

Enciclopedia

Altri articoli nell'enciclopedia

>> Home...